Pizza di Gabriele Bonci

[Piccolo chef Lory | Pentola In: Pizza | Commenti 11 Commenti ]

A chi è che non è capitato di vedere all’opera Gabriele Bonci alla Prova del cuoco..è davvero una potenza quel ragazzo, ha una passione per il suo lavoro come pochi.

Si vedere dal modo in cui spiega, in cui racconta la magia della lievitazione.

E come passare inosservato a me che come lui ho un debole per pane e pizza?

Ingredienti

  • 1 kg di farina rimacinata tipo 0 oppure  1,
  • 800 g di acqua,
  • lievito di birra  (7 g x 1 kg di farina), oppure 300 g  di lievito madre  oppure una bustina di lievito liofilizzato
  • 1 cucchiaio di sale
  • 2 cucchiai di olio
  • passata di pomodoro
  • mozzarella

Preparazione:

Unire la farina con l’acqua , aggiungere il lievito ed impastare fino a che non si formi una pastella.
Aggiungere il sale , l’olio e mescolare.
Lasciare il composto a riposare,  ancora grezzo, per 10 minuti.
Fare delle pieghe per far asciugare l’impasto. Di seguito un idea su come lavorare l’impasto.
folding su youtube
Mettere a lievitare nella parte bassa del frigo per 24 ore.
Togliere l’impasto dal frigo e stenderlo sul tavolo.
Riscaldare il forno al massimo, 15’ prima e successivamente mettere l’impasto su una teglia da forno aggiungendo la passata di pomodoro un po’ di olio ed infornare.
Mettere la teglia sulla parte bassa del forno, a meta’ cottura spostarla al centro.
A questo punto aggiungere la mozzarella tritata finemente.
Cuocere per circa 15/20 minuti totali.

Torta alla crema di limone

Non so cosa scatta in me quando vedo una ricetta che mi colpisce, l’unica cosa che so che prima o poi la realizzo.

E’ successo con questa torta di Pinella, maestra indiscussa di infinite dolcezze.

Mi è capitata davanti agli occhi diverso tempo fa ed è stato colpo di fulmine :-) mi intrigava non poco questo dolce dalle diverse consistenze.


Ingredienti  per la frolla (ricetta di  Adriano):

  • 500 gr di farina
  • 250 gr di burro
  • 125 gr di zucchero al velo
  • 100 gr di uova intere
  • 2.5 gr di sale sciolto in 10 gr di succo di limone
  • 3 gr di lievito per dolci
  • essenza di vaniglia
  • scorza grattugiata di limone

Sulla spianatoia  impastare la farina con il burro, sabbiando con le dita, poi aggiungere gli altri ingredienti.

Amalgamare velocemente il tutto, formare una palla, coprire con la pellicola e lasciare riposare in frigo per almeno un’ora.

Stendere la frolla con il mattarello e rivestirne uno stampo (24/26 cm di diametro)  imburrato e infarinato.

Lasciare riposare ancora in frigo.

Ingredienti Crema al limone

  • 100 g di zucchero
  • 2 tuorli
  • 2 cucchiai di farina
  • 200 g di latte
  • 1 limone
  • 50 g di burro

Montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere la farina setacciata, il succo e la scorza del limone grattugiata, il latte e il burro morbido a dadini. Mettere tutto sul fuoco moderato ad addensare, porre subito a raffreddare.

Pasta biscotto

  • 2 uova+1 tuorlo
  • 100 gr di zucchero
  • 100 gr di burro fuso e freddo
  • 120 gr di farina
  • 20 gr di fecola
  • 8 gr di lievito

Lavorare a spuma molto bene le uova con lo zucchero.

Mescolarne alcuni cucchiai al burro fuso in modo da rendere i due composti più simili uno con l’altro.

Finire di unirli e aggiungere le polveri setacciate con movimenti dal basso verso l’alto, delicatamente.

A questo punto, prendere il fondo della crostata dal frigo, fare lo strato di crema e con l’aiuto di una sac à poche distribuire la pasta biscotto sulla crema.

Cuocere in forno caldo a 160°C per 50 minuti circa. Far raffreddare bene il dolce e poi sformarlo e spolverizzarlo con lo zucchero a velo.

Mezzemaniche al profumo di mare

[Piccolo chef Lory | Pentola In: primo di pesce | Commenti 4 Commenti ]

Questo piatto lo amo particolarmente perché è velocissimo e buonissimo.

Il pesce a casa mia piace rigorosamente senza spine, e quando vado in pescheria mi ritrovo spesso a prendere le stesse cose.

Un giorno il pescivendolo mi propone un loro preparato per pasta e risotti, e così decido di provarlo.

Quindi ogni occasione è buona per riprenderlo e riassaporlo.

Ingredienti

  • 500 g di pesce misto tra gamberi, pesce persico o cernia, calamari
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cipolla piccola
  • 200 g di pomodorini ciliegini
  • 1 mazzetto di rughetta
  • olio
  • sale
  • vino bianco
  • pinoli (facoltativi)
  • uvetta (facoltativi)
  • 250 g di mezzemaniche

***

Preparazione

Mettere sul fuoco la pentola per cuocere la pasta con abbondante acqua e portare ad ebollizione.

Pulire e lavare il pesce se non si trova gia’ pronto.

In una  padella rosolare in poco olio lo spicchio di aglio e la cipolla tritati finemente.

Aggiungere il pesce e lasciarlo insaporire per alcuni minuti aggiungendo un pizzico di sale.

Sfumare con un  po’ di vino bianco. Quando quest’ultimo è evaporato aggiungere i pomodorini lavati e tagliati in 4 parti.

Mettere il coperchio e lasciare andare ancora qualche minuto. Aggiungere a piacere una manciata di pinoli e una di uvetta.

Se necessario si puo’ aggiungere qualche cucchiaiata di passata di pomodoro.

A questo punto cuocere la pasta.

Preparare i piatti da portata mettendo un fondo di rughetta condita con un filo di olio e un pizzico di sale.

Quando la pasta è cotta scolarla e saltarla qualche minuto nella padella con il condimento.

Impiattare e servire.

Tortini e muffin allo yogurt decorati

Prove tecniche di decorazione :) !

Quando vado a fare la spesa vengo spesso colta da shopping compulsivo per tutto ciò che riguarda piatti, vassoi, pentole e padelle, stampi di tutte le forme, ciotole utensili vari  ecc.. ecc…

I mie occhi non possono fare a meno di posarsi su quegli oggetti.

Il discount Lidl è spesso da tenere alla larga  altrimenti l’attacco di shopping arriva immediatamente.

L’altro giorno ci sono capitata  per caso (faccina che fischia :D ) e in pochi secondi mi sono appropriata di uno stampo di mini plum cake…bellissimo!!!

L’ho inaugurato subito con una ricetta pubblicata su Coquinaria da Graziella66 ma che vede la paternità del maestro Adriano Continisio, già citato per altre preparazioni.

Mi sono divertita a decorarli ma è stato anche un modo per fare pratica visto che non sono molto esperta e mi piacerebbe molto migliorare.

Ci sono in giro per il web dolci decorati di  una perfezione imbarazzante.

Occorre molta pratica e qualche utensile specifico.

Credo che il giorno che andro’ a New York  nel negozio specializzato NYCake potrei essere colta da un raptus e prendere tutto cio’ che mi capita a tiro..quel negozio sarebbe davvero pericoloso per me :D

La ricetta è davvero semplice da realizzare ed è ideale per la colazione e per la merenda.

Ingredienti:

  • 4 uova intere
  • 300 g di farina 00
  • 60 g di fecola di patate
  • 250 g di  yogurt
  • 220 g di  zucchero
  • 75 g  di burro fuso
  • 100 g gocce di cioccolato (o cioccolato tritato o uvetta ammollata ed infarinata)
  • 1 bustina di lievito istantaneo
  • buccia di  limone grattugiata  (o i semini di una stecca di vaniglia)
  • Un pizzico di sale

***

Preparazione

Montare le uova con lo zucchero, il sale e la buccia dle limone grattugiata.

Amalgamare lo yogurt, aggiungere le farine setacciate con il lievito ed il burro fuso freddo, senza lavorare troppo.

Unire le gocce di cioccolato e versare in 12 stampini da muffin.

A me sono venuti 6 tortini e 5 muffin.

Infornare a 180° per circa 20 minuti. Fare la prova stecchino.

Glassa glacé

  • 225 g di zucchero a velo
  • 2-3 cucchiai di acqua calda o succo di frutta
  • colorante alimentare (facoltativo)

***

Preparazione

Setacciare lo zucchero a velo in una terrina.

Aggiungere gradualmente l’acqua per ottenere una crema piuttosto densa.

Con un cucchiaio di legno, sbattere fino ad ottenere una glassa morbida e densa abbastanza da aderire al dorso del cucchiaio.

Se troppo liquida aggiungere altro zucchero a velo setacciato.

Per colorare la glassa aggiungere al composto alcune gocce di colorante alimentare.

Una volta pronta procedere alla decorazione del dolce.

Glassa al burro

75 g di burro morbido

225 g di zucchero  a velo

1 cucchiaino di essenza di vaniglia

2-3 cucchiaini di latte.

***

Preparazione

In una terrina unire il burro, lo zucchero a velo, l’essenza di vaniglia e un cucchiaino di latte.

Sbattere con un cucchiaio di legno o uno sbattitore elettrico aggiungendo il latte per ottenere una consistenza morbida  e leggera.

Si puo’ aromatizzare a piacere con cacao, caffe’, arancia, limone e quant’altro.

Chiffon cake

Sono sempre stata attirata dai dolci americani, quelli che sembrano usciti da qualche telefilm di adolescente memoria e girovagando per i forum non ho potuto non notare questo semplice ma straordinario dolce: lo Chiffon Cake o ciambellone americano.

E’ di una consistenza unica, soffice e leggero come una nuvola.

Per farlo occorrerebbe lo stampo apposito ma siccome io ne sono sprovvista l’ho fatto in un normale stampo da ciambellone.

La ricetta è tratta dal forum di Cookaround e l’autrice è Angelica.

Ingredienti

  • 6 uova
  • 285 g  di farina 00
  • 300 g di zucchero
  • 195 ml di  acqua
  • 120 g di olio di semi
  • 1 bustina di lievito dolci
  • 1 bustina da 8 grammi di cremor tartaro
  • 1 pizzico di sale
  • scorza di 1 limone grattugiata
  • bacca o aroma vaniglia

Preparazione

Mettere  in una grossa ciotola la farina, lo zucchero, il lievito, il pizzico di sale setacciati.

Fare un buco al centro e unire senza amalgamare l’olio, i tuorli, l’acqua, la scorza di limone e la vaniglia.

Lasciare tutto cosi per qualche minuto.  Nel frattempo montare a neve fermissima gli albumi con il cremor tartaro.

Ora ca questo punto amalgamare tutti gli ingredienti messi precedentemente nella ciotola, fino ad avere un composto omogeneo.

Unire quindi gradatamente gli albumi al  composto molto delicatamente.

Cuocere in forno preriscaldato a 160° per 50 minuti e altri 10 minuti a  175°.

Terminata la cottura prendere lo stampo e lo capovolgerlo sul collo di una bottiglia per chi avesse lo stampo originale oppure su un vaso dal collo stretto, come ho fatto io, per lo stampo a ciambella.

Lasciarlo raffreddare in questo modo, il suo interno resterà  morbidissimo e umido per diversi giorni.

Per sformare il dolce aiutarsi con una piccola spatola piatta.

Può essere glassato oppure farcito e decorato.

Io per la prima volta l’ho lasciato al naturale, giusto una piccola spolverizzata di zucchero a velo.

A colazione nel caffè latte  è una meraviglia!

Torta Tenerina

[Piccolo chef Lory | Pentola In: Cioccolato, Dolci | Commenti 9 Commenti ]

Qualche settimana fa  mi è preso un attacco di cioccolatite acuta e visto che ce l’avevo in programma da un po’ di tempo  ho deciso di provare questa ricetta, tratta dal sito di Cookaround.

Ingredienti:

  • 200 g cioccolato fondente
  • 200 g zucchero
  • 100 g burro
  • 3 uova
  • 2 cucchiai farina.

***

Preparazione

Fondere  il burro con il cioccolato o a bagnomaria oppure al microonde.

Lasciare intiepidire. Dividere le uova e montare gli albumi a neve e tenere da parte.

In una ciotola montare i tuorli con lo zucchero, unire il composto burro e il cioccolato fusi, la farina e gli albumi montati a neve.

Amalgamare delicatamente dal basso verso l’alto cercando di non smontare il composto.

Versare l’impasto in uno stampo da 24 cm di diametro possibilmente con la chiusura a cerniera.

Cuocere in forno a 160° per 40 minuti.

Qui l’ho accompagnata con una leggera  chantilly alla vaniglia e fragole.

Farfalle pesto e carciofi

Questo piatto è nato per caso mettendo insieme due ingredienti che avevo in frigo.

Avevo la necessita’ di consumarli entrambi e quindi ho pensato bene di unirli, ignara di come sarebbe stato questo connubio.

A me e mio marito è piaciuto molto :)

Ingredienti

  • 5 carciofi
  • 1 cipolla rossa
  • vino bianco
  • 200 g di farfalle
  • 80 g di pesto fatto in casa
  • olio
  • sale

***

Preparazione

Far dorare  in una padella con un po’ d’olio la cipolla tagliata finemente a rondelle.

Aggiungere i carciofi precedentemente puliti e tagliati a pezzetti,   farli cuocere con l’aiuto di qualche cucchiaio di acqua.

Portare a cottura terminando con  una spruzzata di vino bianco che si lascerà evaporare.

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata.

Versare nella padella con i carciofi,  il pesto e la pasta.

Saltare bene per amalgamare il tutto.

Servire!

Post precendenti »