Panettone di Zoia

Quando arriva Novembre, da qualche anno a questa parte, mi comincia a salire un certo fermento riguardo la preparazione dei dolci natalizi..forse perché per una come me che ama i lievitati, questi  sono la sfida più difficile ma più interessante.

Ho iniziato a provare il panettone, mi pare, 2 anni fa, anche in seguito alla partecipazione al corso delle Sorelle Simili..loro sono dei miti, delle persone speciali che oltre ad avere delle ricette deliziose riescono a trasmettere le loro competenze con amore e allegria.

Nonostante le loro indicazioni e il loro corso il mio panettone non fu  pero’ straordinario forse per la troppa  inesperienza in merito o forse perché non avevo un impastatrice a disposizione  a darmi una mano.

Ci ho riprovato in seguito e le cose andavano migliorando anche se non ero per niente soddisfatta.

Quest’anno ci ho voluto riprovare, anche perché i miei 40 anni hanno portato con sé anche una meravigliosa impastatrice planetaria…  ho cercato, letto, visto, studiato  e alla fine mi sono affidata a lei che non sbaglia un colpo e infatti ho fatto bene :D

.

.

.

Leggi tutto l’articolo “Panettone di Zoia” »

Muffin rustici al cocco

L’arrivo del freddo mi scatena sempre una gran voglia di pasticciare, sono capace di preparare ogni giorno qualcosa di nuovo senza che poi in famiglia riusciamo a consumare tutto, quindi mi ritrovo a regalare a destra e sinistra.

Ecco una ricettina veloce semplice e deliziosa adatta alla colazione oppure ad una merenda accanto ad un te’ fumante.


.

Ingredienti

  • 3 uova
  • 125 gr di yogurt
  • 250 gr di farina
  • 100 gr di cocco grattugiato
  • 150 gr di zucchero di canna grezzo
  • 50 gr di olio extra vergine
  • 100 gr di latte
  • buccia di arancia grattugiata oppure un cucchiaino di essenza di arancia
  • 1 cucchiaino di essenza di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 bustina di lievito chimico
  • 80 gr di gocce di cioccolato

.

Preparazione

.

In una terrina amalgamare lo zucchero con le uova. Aggiungere la farina di cocco, la farina setacciata con il lievito, alternando il tutto con il latte. Inserire  l’essenza di arancia, quella di vaniglia e un pizzico di sale. Aggiungere per ultimo le gocce di cioccolato. Amalgamare bene e riempire i pirottini poggiati su una teglia da forno. Cuocere a 180° per circa 15 minuti e poi spolverizzate con zucchero a velo oppure cacao amaro o cocco disidratato.

Crema al burro meringata di Laura Ravaioli

Per realizzare questi due dolci ho utilizzato la crema di burro meringata vista in tantissimi video su youtube, utilizzata come farcitura e decorazioni di dolci stile americano. Mi intrigava tantissimo che non appena ho visto la ricetta su facebook pubblicata da Laura Ravaioli non ho esitato a provarla visto che poi in quei giorni ero alle prese con la realizzazione della torta per il 3° compleanno di Angelica, la mia pulce :D

Per lei ho preparato una torta composta da pan di spagna di Montersino farcito con crema pasticcera al limone e decorata con crema al burro meringata e pasta di zucchero. Scusate la qualita’ della foto ma avevo pochissima luce in casa. Vi premetto che questa è la mia seconda torta decorata con pasta di zucchero. Ha tantissimi difetti, i colori non sono venuti fuori come volevo e la decorazione è quella che è ma tutto sommato sono soddisfatta ed Angelica è stata contenta :D

Torta Minnie e ……..

.

.

Vi riporto qui le dosi della crema al burro meringata di Laura Ravaioli. E’ ricca e sontuosa e si presta ottimamente per farciture e coperture di torte e pasticcini. Si può colorare a piacere e se si ha dimestichezza con punte e sacca da pasticceria risulta adattissima anche per guarnizioni.

.

Ingredienti per la crema al burro meringata di Laura Ravaioli

..

  • 100 g di acqua
  • 485 g di zucchero
  • 5 albumi (175 g.)
  • 520 g di burro freddo a dadini
  • .
    .

    Preparazione

    .

    Fate cuocere lo zucchero con l’acqua fino alla temperatura di  121°C, intanto cominciate a montare gli albumi.

    Non appena lo zucchero avrà raggiunto la giusta temperatura versatelo a filo su gli albumi continuando a montare la meringa fino a che non sia tiepida.

    Quindi unite il burro tutto in una volta lavorando a media velocità. Quando il burro e’ completamente incorporato aumentate la velocità e continuate a lavorare fino a che la crema non sarà spessa e liscia.

    Aromatizzate a piacere la crema con scorza di agrumi, estratto di vaniglia, qualche goccia di liquore, ecc.

    Con queste dosi io ho decorato la torta di Minnie e ho farcito e decorato questo rotolo.

    Per la pasta biscotto si puo’ usare qualsiasi ricetta. Io ho usato una proporzione di 3 uova, 90 gr di zucchero e 90 gr di farina.

    Invece per la crema ho usato circa meta’ dose alla quale  ho aggiunto 200 gr di cioccolato fondente fuso.

    .

    ……. Rotolo Cioccolatoso

    .

    Peperoni ripieni

    Questa ricetta è una delle preparazioni meglio riuscite di mia madre….come li fa lei non li fa nessuno..

    Perdonatemi ma qui non so dare dosi precise perché lei va ad occhio e di conseguenza anche  io :)

    Ho utilizzato dei peperoni dell’orto di papà che sono di una qualita’ a metà strada tra i friggiarelli e i peperoni e sono venuti squisiti :)

    ……………..

    Ingredienti

    • peperoni
    • mollica di pane
    • parmigiano grattugiato
    • tonno sott’olio
    • scamorza o mozzarella
    • acciughe salate (*)
    • uova
    • capperi (*)
    • olive (*)
    • sale
    • pepe
    • prezzemolo
    • aglio
    • olio

    (*) facoltativo

    Preparazione

    Lavare e pulire i peperoni togliendo il picciolo e i semini interni.  Metterli da parte.

    In una ciotola mettere della mollica di pane bagnata, strizzata e sbriciolata.

    Aggiungere la scamorza tagliata a pezzetti, il tonno sbriciolato,  qualche acciuga salata, qualche oliva, capperi, qualche pomodorino tagliato a pezzetti, prezzemolo tritato, il resto degli ingredienti,  uno e due uova per legare il tutto ottenendo un composto morbido ed omogeneo.

    Mettere il composto in una sac à poche, questa operazione faciliterà il riempimento dei peperoni.

    Prendere una pirofila e ungerla con un po’ di olio extra vergine.

    Adagiare i peperoni ripieni, mettere un pizzico di sale e porre a cuocere in forno a 180° per una mezz’ora.

    La focaccia

    Di recente ho avuto il piacere e l’onore di partecipare al corso di panificazione tenuto da Adriano e Paoletta. Dirvi che l’esperienza è stata esaltante è poca cosa. Oltre a importantissime informazioni teoriche sui processi del glutine, delle farine e degli impasti ho avuto la possibilita’ di conoscere due persone speciali, umili ma grandi al tempo stesso per disponibilità, generosità e competenza.

    Anche il gruppo di lavoro è stato davvero affiatato, ho rivisto con piacere persone di mia conoscenza e ho avuto la possibilità di conoscerne di nuove. Non mi dilungo ulteriormente, l’unica cosa che mi sento di dire è, se vi capita, FATELO!!!!

    Arrivata a casa ho messo subito in opera i preziosi consigli del maestro e mi sono lanciata in una focaccia che ha sorpreso anche me per il risultato. Non ho utilizzato la ricetta del corso ma ne ho imbastita una ex novo tenendo però a mente le tecniche di impasto imparate al corso.

    Ingredienti

    • 200 gr di Lievito madre attivo
    • 250 gr di semola rimacinata di grano duro
    • 300 gr circa di farina per pizza
    • 400 gr di acqua
    • 10/12 gr di sale
    • 2 cucchiai di olio
    • pomodorini ciliegini
    • origano
    • basilico
    • sale grosso

    Preparazione

    Versare nell’impastatrice il lievito e l’acqua, aggiungere gradatamente le farine setacciate insieme e impastare a bassa velocità.

    Quando il tutto sarà ben amalgamato ma ancora umido aggiungere il sale. Continuare ad impastare fino a che l’impasto ha preso corda, a quel punto aggiungere l’olio. Incordare fino a quando risulterà liscio .

    Mettere in una ciotola unta di olio e lasciare lievitare fino al raddoppio coperto da pellicola.

    A lievitazione avvenuta, se avete tempo, versate l’impasto sulla spianatoia cosparsa di abbondante semola e  date qualche giro di pieghe.

    Io non avevo tempo quindi ho messo una manciata di semola sull’impasto lievitato ma ancora sulla ciotola e l’ho capovolto delicatamente su una teglia unta di olio.

    Ho allargato da sotto delicatamente con le dita l’impasto cercando di conservare le bolle che si erano formate.

    Ho lasciato lievitare ancora un oretta. Ho creato dei buchi con le dita e ho messo i pomodorini tagliati a meta’ su tutta la superficie con la parte tagliata a contatto con l’impasto.

    Ho condito con origano, basilico, sale grosso e ancora olio.

    Cuocere in forno caldo a 220° fino a doratura.