Calamari ripieni

Il mese di giugno diventa spesso il periodo in cui riprendiamo più serenamente le nostre relazioni sociali, facendo inviti ad amici che non vediamo da molto tempo, organizzando incontri rimandati chissà quante volte per mancanza di tempo o per chissà quali altre motivazioni.

Giugno perché le attività di mio marito diventano meno pressanti, la scuola si chiude e con essa i saggi diventano l’ultimo appuntamento prima delle vacanze.

Questo piatto l’ho proposto come secondo per un pranzo che prevedeva ospiti una coppia di amici con due splendidi ragazzi. Abbiamo trascorso un pomeriggio piacevolissimo e il menu mi ha dato molte soddisfazioni.

La ricetta è di GialloZafferano per la quale vi rimando direttamente al sito per i dettagli visto che l’ho realizzata di pari passo.

Unica variante è stata l’aggiunta di pomodorini al fondo di cottura per creare una sorta di sughetto. Mi sono piaciuti molto ed anche i miei ospiti hanno apprezzato.

p.s. Scusate la qualita’ della foto, è stata fatta un po’ di fretta :)

Mezzemaniche al profumo di mare

[Piccolo chef Lory | Pentola In: primo di pesce | Commenti 4 Commenti ]

Questo piatto lo amo particolarmente perché è velocissimo e buonissimo.

Il pesce a casa mia piace rigorosamente senza spine, e quando vado in pescheria mi ritrovo spesso a prendere le stesse cose.

Un giorno il pescivendolo mi propone un loro preparato per pasta e risotti, e così decido di provarlo.

Quindi ogni occasione è buona per riprenderlo e riassaporlo.

Ingredienti

  • 500 g di pesce misto tra gamberi, pesce persico o cernia, calamari
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cipolla piccola
  • 200 g di pomodorini ciliegini
  • 1 mazzetto di rughetta
  • olio
  • sale
  • vino bianco
  • pinoli (facoltativi)
  • uvetta (facoltativi)
  • 250 g di mezzemaniche

***

Preparazione

Mettere sul fuoco la pentola per cuocere la pasta con abbondante acqua e portare ad ebollizione.

Pulire e lavare il pesce se non si trova gia’ pronto.

In una  padella rosolare in poco olio lo spicchio di aglio e la cipolla tritati finemente.

Aggiungere il pesce e lasciarlo insaporire per alcuni minuti aggiungendo un pizzico di sale.

Sfumare con un  po’ di vino bianco. Quando quest’ultimo è evaporato aggiungere i pomodorini lavati e tagliati in 4 parti.

Mettere il coperchio e lasciare andare ancora qualche minuto. Aggiungere a piacere una manciata di pinoli e una di uvetta.

Se necessario si puo’ aggiungere qualche cucchiaiata di passata di pomodoro.

A questo punto cuocere la pasta.

Preparare i piatti da portata mettendo un fondo di rughetta condita con un filo di olio e un pizzico di sale.

Quando la pasta è cotta scolarla e saltarla qualche minuto nella padella con il condimento.

Impiattare e servire.