Torta Angelica delle Sorelle Simili

on

Ho scoperto questo bellissimo dolce in giro per il web, diversi anni fa, e con questo anche le mitiche sorelle che l’hanno ideato.

Ho avuto il piacere di conoscerle partecipando a due corsi che hanno tenuto in quel di Roma dove oltre a rimanere affascinata dalla loro personalità  ho imparato un sacco di cose in merito a pasta all’uovo e lievitati di vario genere.

Famosissimo è il loro libro “Pane e Roba dolce” che non puo’ mancare nelle librerie di chi è appassionato di pane e lievitati.

Il primo pandoro che ho prodotto in vita mia è una loro ricetta. Sono delle persone fantastiche appassionate del mondo della farina e degli impasti e trasferiscono questa passione a tutti coloro che gli si avvicinano.

Tornando all’Angelica, l’ho realizzata la prima volta in occasione del primo compleanno della mia bimba che, caso ha voluto, si chiamasse Angelica e quindi non potevo non preparargli un dolce dallo stesso nome. Da allora me ne sono affezionata e ogni occasione è buona per prepararlo.

E’ un lievitato semplice ma molto scenografico, adatto alla colazione o alla merenda accanto un bel cappuccino o una tazza di tè fumante.

Ingredienti lievitino

  • 135 gr farina manitoba
  • 13 gr lievito di birra
  • 75 gr acqua

Ingredienti impasto

  • 400 gr farina manitoba
  • 75 gr zucchero
  • 120 gr latte tiepido
  • 3 tuorli
  • 1 cucchiaino di sale
  • 120 gr burro

Ingredienti glassa velante

  • 4 cucchiai di zucchero a velo
  • 1 albume

Ingredienti glassa coprente

  • 150 gr zucchero a velo
  • 1 albume

Ingredienti farcitura

  • 75 gr uvetta
  • 75 gr scorza d’arancio candita
  • 50 gr burro fuso
  • oppure Gocce di cioccolato

Preparazione

Per prima cosa si prepara il lievitino e si lascia lievitare coperto per circa 30 minuti.

In una ciotola uniamo la farina, lo zucchero e il sale. Aggiungiamo il latte tiepido, i tuorli, il burro ammorbidito. Impastiamo molto bene fino ad ottenere un impasto omogeneo.

A questo punto aggiungiamo il lievitino e lavoriamo fino a quando i due impasti sono perfettamente amalgamati. Rimettiamo nella ciotola, copriamo e facciamo lievitare per un paio d’ore.

A questo punto passiamo la pasta sulla spianatoia e senza lavorarla iniziamo a stenderla fino ad avere uno spessore di 2-3 millimetri.

Stendiamo con un pennello il burro fuso su tutta la superficie, aggiungiamo le uvette e i canditi o quello che preferiamo e arrotoliamo la pasta per il lato più lungo. Ora con un coltello ben affilato si taglia il rotolo in due e si inizia ad intrecciare le due parti lasciando la parte tagliata in alto, si chiude poi a ciambella.

Spostiamo quindi sulla teglia ricoperta da carta da forno e si spennella ancora con un po’ di il burro fuso oppure latte.

Si lascia lievitare ancora 30/40 minuti, dovrà quasi raddoppiare.

Inforniamo a 200° per 20/25 minuti.

Preparare nel frattempo la glassa, scegliendo tra quella velante o coprente, amalgamando gli albumi con lo zucchero a velo. Con questo composto pennellare la torta appena uscita dal forno, rimetterla in forno per pochi secondi a solidificare oppure lasciarla all’aria. Volendo si può evitare la glassa e si può spolverizzare semplicemente con lo zucchero a velo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.